Milano in un giorno: ecco il mio itinerario insolito (e verticale!)

Milano, che piaccia o meno, è una città proiettata in avanti, è la città che in Italia più di tutte guarda lontano, ha quel sapore contemporaneo e internazionale che le dà una marcia in più; una città comunque con radici ben salde nel passato, che affondano indietro fino ai celti, passando per i romani. Milano è per questo una città stratificata, dove dal centro fino alla periferia è possibile scoprire angoli più o meno noti che raccontano storie diverse.
Ti voglio allora raccontare un itinerario curioso di una giornata, che ti farà scoprire Milano nelle sue diverse sfaccettature, attraverso uno sguardo che si posa sulla città dall’alto delle sue terrazze fino al basso nelle sue viscere, in cripte e fori romani sotterranei.
Come sono solita, mi sono recata a Milano in treno, da Roma dove vivo è la soluzione che di gran lunga preferisco. Ti faccio questa premessa perché devo esorcizzare i miei sempre più frequenti incontri proprio in treno con persone attaccabottoni. Farsi due chiacchiere in treno sarebbe una cosa positiva sia chiaro, se non fosse che spesso i miei vicini di posto (oltre a non essere mai persone attraenti) fanno o dicono cose strane: recentemente una signora ha tentato di convertirmi alla sua religione, mentre l’ultima volta, mentre appunto mi recavo a Milano, il mio vicino, un ultraottantenne milanese in ottimissima forma, mi ha fatto prima credere di voler parlare di politica, per finire invece a raccontarmi per filo e per segno delle presunte liaison coniugali ed extraconiugali dei politici di tutta Europa…è stato difficilissimo uscire dai suoi monologhi abbastanza invasati! Se avessi trovato questa infografica di Italo prima di partire, avrei sicuramente portato con me il dizionario italiano danese suggerito al punto 9 per scampare ai chiaccheroni! 
Ma veniamo alla passeggiata meneghina…
L’itinerario inizia dalla zona di Porta Nuova nella moderna piazza Gae Aulenti, il cuore del quartiere che negli ultimi anni ha conferito a Milano un gusto totalmente nordamericano, fatto di vetro acciaio e cemento, geometrie pazzesche e tanta innovazione. È da qui nel cuore di questo quartiere che inizia l’esplorazione che porta in alto.

Milano vista dall’alto

Le opzioni percorribili in zona Porta Nuova sono due:
  • Torre UniCredit, Piazza Gae Aulenti
Questa torre diventata uno dei più recenti simboli di Milano, è non solo il grattacielo italiano piu alto (230 metri), ma è un edificio che ha ricevuto tantissimi premi e certificazioni in fatto di sostenibilità ed ingegneria. Il Palazzo è stato inaugurato nel 2013 e oggi qui lavorano circa 4000 persone in forza all’UniCredit. In realtà, la torre fa parte di un complesso di tre edifici, ma ovviamente la torre più alta, con lo spire in cima, altrimenti detto il pennone alto circa 80 metri, è quella che si contraddistingue, che conferisce al palazzo una riconoscibilità rispetto anche agli edifici che sorgono qui intorno.
Ho visitato alcune parti dell’edificio principale, e son salita fin su in cima, grazie ad un’apertura speciale; ti consiglio di tenerti aggiornato su futuri eventi consultando la pagina Eventi del gruppo Unicredit. A ottobre 2017 posso anticiparti si terrà un open day con accesso al pubblico.

  • Palazzo Lombardia, Piazza Città di Lombardia
Dal belvedere del 39° piano del palazzo della Regione Lombardia si può godere di un altro bellissimo panorama su Milano a perdita d’occhio. Le aperture qui sono domenicali e non serve prenotare. Per rimanere aggiornati consulta questo link.

*

Dopo aver apprezzato Milano dall’alto è bene anche passeggiare ai piedi di questi grattacieli, col naso all’insù: è impossibile non rimanere rapiti dalla bellezza dell’ormai famosissimo Bosco Verticale, e poi ancora dalla Torre Diamante oppure dall’edificio chiamato Armonica in via Fratelli Castiglioni. Questo angolo ultra contemporaneo di Porta Nuova merita di esser scoperto!

Milano tra passato e presente: 10 Corso Como

Da piazza Gae Aulenti proseguo per recarmi in corso Como. dove andare a scoprire al civico 10, Milano da una prospettiva più bassa ma non meno affascinante. Dal rooftop di 10 Corso Como ci si può rilassare immergendosi nell’atmosfera retrò delle case a ringhiera e godere allo stesso tempo di curiose contrapposizioni con la Milano moderna. Questo spazio è polifunzionale e molto molto alla moda. Oltre a sbirciare dal terrazzo o prendere un drink, consiglio di non perdere una visita alla Galleria Sozzani (1° piano) dove ci si può imbattere in mostre di nicchia, dedicate al design o alla fotografia.

­

Délifrance, pausa pranzo alla francese

Ogni volta che sono a Milano amo scoprire posticini nuovi, ed è il caso di Délifrance, un delizioso bistrot francese gestito da una Marsigliese doc, dove dalla panetteria alla pasticceria oltre che alle tantissime possibilità salate e gustosissimi cocktail (prova Paris je t’aime!) è impossibile non finire per leccarsi i baffi e le dita! Il personale è davvero cortese e l’ambiente curatissimo e molto luminoso. Attenzione, perché tutti i prodotti venduti qui sono altamente “instragammabili”! Indirizzo via Amerigo Vespucci 12.

Dopo la golosa pausa food, a bordo di un tram (amo prendere il tram a Milano!) mi dirigo in pieno centro a esplorare dei gioielli meno noti della città.

Il glorioso passato di Mediolanum

La Milano che non ti aspetti, in via dell’Ambrosiana vado a scoprire un sito archeologico nascosto nei sotterranei della Pinacoteca Ambrosiana, il foro romano che appunto rappresentava la piazza principale della civitas romana ai tempi di Costantino il Grande, dove si svolgevano le maggiori attività civili e religiose. Il sito è molto piccolo, e la visita è di breve durata, ma vale assolutamente la pena scendere qui sotto ad  ammirare una porzione di lastricato ottimamente conservata e, attraverso un video, capire com’era strutturato il Foro. Biglietto intero 3€; Orari: dal martedì alla domenica 14-16, giovedì e venerdì 14-20. Ulteriori info qui.

Cripta San Sepolcro

A pochi passi dal foro, è possibile ancora scendere nelle “viscere” milanesi, e visitare la bellissima Cripta situata sotto l’omonima chiesa, e fare un tuffo nel passato. Scendendo la scala a chiocciola ci si immerge via via in un’atmosfera incredibile. Questo è uno dei luoghi più antichi di Milano, che ha riaperto nel 2016 dopo 50 anni di chiusura. Una curiosità: in una teca è racchiusa una copia della pianta della chiesa e della cripta di San Sepolcro disegnate da Leonardo da Vinci, che le visitò a fine del XV secolo. Colpito dal valore simbolico di questo luogo, nel disegnare la pianta di Milano pose al suo centro proprio la chiesa di San Sepolcro. Indirizzo Piazza S. Sepolcro, 1Biglietto intero 10€;Orari: lunedì 14-18, martedi-menerdi 14-20, sabato e domenica  12-20. Ulteriori info qui.

Archeologia Metropolitana

In Piazza Missori o meglio all’interno della fermata della M3 Missori è possibile ammirare dei reperti archeologici romani, rinvenuti tra gli anni 1982-1990 durante gli scavi realizzati per la stazione della M3. Potrai notare, custodito dietro una vetrata, un basolato del decumano Massimo, mentre appena superati i tornelli si trova un raro esempio di tratto di fognatura romana risalente al I secolo d.C. 

Cripta San Giovanni

Grazie ai volontari del Touring Club Italiano, tutti i giorni viene tenuta aperta ai visitatori gratuitamente la bellissima Cripta romanica, situata al di sotto dei resti dell’abside della chiesa paleocristiana di San Giovanni in Conca; resti che affiorano a livello stradale in Piazza Missori, e chiamati colloquialmente dai milanesi  “El dent cariaa”, proprio per la forma irregolare dei ruderi. 
Questa cripta è l’unica parte della chiesa sopravvissuta ai bombardamenti nonchè al rifacimento della viabilità del centro. All’interno si possono ammirare alcuni reperti archeologici, su tutti una ben conservata cisterna romana e i colonnati. Le opere qui rinvenute sono conservate nel Museo Archeologico e Museo di Arte Antica del Castello Sforzesco. Indirizzo: piazza Missori; Orari: dal martedì alla domenica 9.30-17.30. Ulteriori dettagli sul sito del Touring Club.

Sopra i tetti del centro di Milano

Visitate le viscere milanesi e approfondito la sua storia, con una breve passeggiata di 15 minuti arrivo in piazza Duomo. Eh no, non ti sto portando né in Duomo, né in Galleria Vittorio Emanuele, ancora meglio: sui tetti della Galleria da cui ammirare i tetti di Milano nonché piazza Duomo come non l’hai mai vista!
Highline Galleria è una passerella sospesa sopra i tetti della Galleria Vittorio Emanuele, che ti consente di godere una vista a 360°. L’highline spesso organizza eventi ed iniziative che permettono di godere di un pranzo o una cena proprio lungo la “passeggiata” sospesa. Indirizzo: via Silvio Pellico 2, 4° piano; Orari: tutti i giorni 10-21. 

Un bonus per te

Questo bellissimo itinerario, ricco di spunti e tanta storia in giro per Milano è nato da un’idea di Cristiana di Viaggevolmente, Elena di Milanosguardinediti e da Giacomo e Antonella di MilanoArte, che ringrazio tantissimo pr avermi fatto conoscere queste chicche!
Non è finita qui, per l’occasione hanno pensato di dedicare ai lettori del blog un voucher sconto che consente di visitare 3 siti ad un prezzo a dir poco speciale: Highline Galleria Vittorio Emanuele, Foro RomanoCripta San Sepolcro a soli 12€ invece che 22€. Basterà mostrare il voucher alla biglietteria di Highline Galleria al 4° piano di via Silvio Pellico 4.

 

La giornata alla scoperta di Milano non può finire se non all’insegna di una delle tante opzioni di intrattenimento che offre la città, ce n’é per tutti i gusti a Milano! Se vuoi chiarirti le idee per la serata, allora dovresti leggere il post di Italo su cosa fare la sera a Milano e scoprire che hai solo l’imbarazzo della scelta.

 

Questa è invece la mappa dei luoghi di questo itinerario! Enjoy!

Per capire Milano bisogna tuffarvisi dentro. Tuffarvisi, non guardarla come un’opera d’arte [Guido Piovene]

***

MADE WITH WANDERLUST BYPaola

Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know
twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

© www.smartraveller.it
Annunci

4 pensieri su “Milano in un giorno: ecco il mio itinerario insolito (e verticale!)

  1. Ma brava!!! Ed io che pensavo di aver scoperto tutto. Pensa che in più riprese ho fatto delle vere full immersion turistiche per scoprire Milano e raccontarla ai miei followers attraverso i miei post. Adesso tu mi mostri una Milano che non ho studiato così a fondo e, se hai voglia, la prossima volta che salti su un treno fammi un fischio e copro anch’io quella breve distanza che mi porta nella città che guarda al futuro, MILANO. Ciaoo

    Liked by 1 persona

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...