Organizzare un weekend a La Valletta

Valletta Malta ChurchSe sei alla ricerca di ispirazione per la pianificazione di un weekend a La Valletta, capitale della bella Malta, allora sei nel post(o) giusto: scopri con me informazioni e curiosità per il tuo prossimo viaggio nella capitale maltese, tra voli, alberghi e luoghi da non perdere!

Un weekend a La Valletta a dicembre è certamente meno scontato rispetto ad altre mete, eppure questa città ha tutte le carte in regola per essere meta di una vacanza autunno-invernale, con il suo clima mite, tante bellezze da scoprire e una lunga storia da approfondire. Non a caso La Valletta nel 2018 sarà capitale della Cultura!Planning Pianificare viaggio smartraveller Travel Blog
Quando mi organizzo per un viaggio anche solo di un weekend, il primo pensiero va al budget, imprescindibile punto di partenza, da cui iniziare la ricerca del volo e alloggio, le voci di spesa più importanti.
[Il volo per Valletta]
Valletta è servita dalla compagnia di bandiera maltese dai maggiori aeroporti italiani, ma è raggiungibile anche con compagnie low cost, come Ryanair, che offrono tariffe molto molto vantaggiose! Come sempre, ho utilizzato un portale comparatore di voli, et voilà mi sono aggiudicata un biglietto A/R da venerdì a lunedì ad un prezzo a dir poco economico (ben sotto i 50€)!
[Alloggio a Valletta]
Valletta non è una metropoli, dunque la scelta della location non è poi così difficile, perché le distanze si coprono facilmente a piedi, e comunque è tutto molto ben collegato da una buona rete di bus e ferry. 
Io mi sono trattata bene e ho scelto Palazzo Prince d’Orangeun luogo romantico situato in un edificio del XVII secolo. Si tratta di una struttura dalla grande personalità, nel cuore di Valletta, che dispone di appartamenti dove  essere totalmente indipendenti, ma dove comunque poter godere di tutti servizi di un hotel. E poi c’è una vista clamorosa sul mare!! Il tutto condito dalla cortesia dello staff, in particolare Alex, che si è dimostrata molto gentile fin dai primi contatti via email.Palazzo Prince d'Orange Valletta Malta
Non vedo l’ora di fare colazione o ammirare il tramonto dalla terrazza dell’appartamento!
[Cosa Vedere]
Valletta è ricca di storia, è una bellissima città dal punto di vista architettonico, poi c’è un magnifico porto, il mare…insomma sono tanti gli highlights. Non è mai facile compiere delle scelte quando si hanno 3-4 giorni a disposizione, ma bisogna sempre darsi delle priorità, scegliere secondo il proprio gusto e non strafare.  Per il tempo che ho a disposizione credo di esser riuscita a mettere insieme un bel mix di luoghi imperdibili, attrazioni all’aperto, storia, arte, street art e gastronomia!
Di grande aiuto per ispirarmi sono stati il blog di Visit Malta, l’ente de turismo, e il sito di Heritage Malta, l’agenzia nazionale che si occupa della tutela del patrimonio culturale maltese.
Ma come sempre, non ho potuto fare a meno di fare le mie ricerche per immagini su pinterest; ho aggiunto  tanti spunti alla mia bacheca su Malta. Vieni a dare un occhio!
►Ecco l’itinerario◄
DAY 1
Per il primo giorno ho scelto di iniziare la conoscenza di Valletta partecipando alla proiezione di Valletta Living History; un’ottima introduzione per familiarizzare con l’isola.
Visita al Grand Master Palace. Oggi sede del Parlamento e residenza del Presidente della Repubblica, si tratta di uno dei palazzi più belli della città, gioiello di arte e architettura.
Visita della Cattedrale di St. John. Una delle Chiese più belle al mondo.
Hastings Gardens. Sono i giardini forse più tranquilli e panoramici insieme della città. Qui voglio venire a vedere il tramonto su Sliema e Marsamxett Harbour.
DAY 2
Casa Rocca Piccola. E’ la dimora storica della famiglia nobile De Piro, che ancora vive nella casa; è un luogo particolare da visitare, anche per il fatto che è l’unico palazzo di proprietà privata aperto al pubblico a Valletta.
La Sacra Infermeria. Si tratta di un grande edificio affacciato sul Grande Porto, edificato nel 1574 utilizzato originariamente come ospedale dell’ordine dei Cavalieri di Malta.
Museo Nazionale di ArcheologiaUn piccolo museo che fa ripercorre la storia plurimillenaria dell’isola; contiene reperti del neolitico, dell’età del bronzo e dell’epoca fenicia. Sono curiosa di vedere le statuette delle veneri maltesi!
DAY 3
Upper Barrakka Gardens e lo scoppio dei cannoni. La Valletta ospita diversi giardini, i Barrakka Gardens – che si suddividono in Lower and Upper Gardens – ed offrono entrambi un’eccellente vista panoramica. In particolare gli Upper Gardens, definiti come il più bel parco della città già nel 1775, danno la possibilità di assistere ogni giorno sia alle 12 che alle 16 allo scoppio dei cannoni (Saluting Battery).
A caccia di street art. Qui a Valletta si tiene da 3 anni un festival internazionale di street art, e non voglio perdermi qualche ora di caccia alla ricerca dei mural più belli. Su tutti non vedo l’ora di scoprire le due opere di MTO, artista francese, chiamate Mediterranean Door e Mediterranean Tunnel. 
DAY 4
Perdermi per le strade de La Valletta! A zonzo per la città, ad ammirare il mare, a cercare angoli nascosti; da Forte di Sant’Elmo, simbolo della nazione, alla City Gate, l’accesso al centro storico della capitale!

Malta sea travel blog

[Consigli e Curiosità]
  • Da vecchia colonia inglese, a Valletta, come in tutto il paese, si guida a sinistra. Inoltre, a Malta la corrente elettrica viene erogata con una tensione di 240 V e la normativa prevede l’utilizzo di prese elettriche di tipo G (come quelle che si usano in Inghilterra).
  • Malta gode di un clima fantastico, direi privilegiato: 300 giorni di sole l’anno e una temperature media annua di 18°! Dunque non c’è un periodo migliore per visitarla. Secondo me va vista e vissuta per il suo mare nel periodo estivo, ma assolutamente va approfondita la conoscenza delle sue bellezze storiche e architettoniche che si può fare in qualsiasi momento.
  • Vallettaprende il nome da Jean de La Vallette, il gran maestro dei Cavalieri Ospitalieri che la fondò. Tuttavia, morì durante l’edificazione sicché non vide mai ultimata la sua città.
  • A Malta ci sono 3 luoghi nominati patrimonio mondiale dell’umanità dall’Unesco, e uno di questi è proprio la città di Valletta.
  • A Malta c’è una specialità che bisogna assolutamente gustare: i Pastizzi! Un perfetto street food di pasta sfoglia con un ripieno di ricotta o piselli, una prelibatezza assoluta da mangiare in ogni momento della giornata!
  • La bevanda nazionale è l’analcolica gassata chiamata Kinnie, fatta con erbe aromatiche, anice, ginseng e arancio amaro. Pare sia ancor più buona se consumata con gin!
Non mi resta che dirti di seguirmi su Facebook e Twitter questo weekend, e rimanere sintonizzato sul blog per scoprire la mia Valletta al rientro da Malta! #MaltaisMore
Come il novanta per cento dell’umanità, vorrei sempre essere altrove, dove non sono [Thomas Bernhard, Il nipote di Wittgenstein]

© www.smartraveller.it

Paola***

Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know
twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Annunci

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...