Fuga a Sperlonga

Abitazioni vista mare - Sperlonga © smartraveller blog
I rumori della città lontani, l’inusuale dolcezza di una giornata d’autunno e una strada litoranea placida da percorrere. Una tavolozza di colori, l’odore dei pini marittimi fanno da sfondo al viaggio, mentre i chioschi dove si vende mozzarella salutano il mio passaggio.
Ho fatto la scelta giusta, ed eccomi in riva al mare a prendere il tepore del sole autunnale, ad ascoltare il rumore delle onde. Basta un attimo da Roma o da Napoli per ritrovarsi avvolti in un abbraccio con uno dei borghi più belli d’Italia: Sperlonga.

Nonostante sia un rinomato luogo di villeggiatura e centro balneare, Sperlonga continua a mantenere intatta l’atmosfera e il fascino di una stagione passata, fatta di cose semplici e autentiche.
Daily life - Sperlonga © smartraveller blog
Sperlonga si trova abbarbicata sul Monte San Magno, la lingua di terra che segna l’incontro dei Monti Aurunci col Mar Tirreno. Il paese gode davvero di una posizione incredibile, quasi a voler dominare il mare; e poi c’è la carezza del vento, il vento che muove l’effluvio di salsedine e il rumore delle onde fin su tra le stradine del paese.
sea view - Sperlonga © smartraveller blog
Porta - Sperlonga © smartravellerIn tutte le stagioni è piacevole passeggiare qui, godersi gli scorci e i numerosi punti panoramici, sedersi in una delle panchine a guardare le rocce, il mare e in lontananza San Felice Circeo e le isole Pontine, mangiare del pesce fresco in una graziosa trattoria.
[COSA VEDERE]
► Villa Tiberio e Museo Archeologico◄
Le origini di questo paesino si perdono nella leggenda. Secondo alcuni studiosi, bisogna risalire ad un’epoca imprecisata II-III secolo a.C. quando i discendenti spartani fondarono in questi territori una città cui diedero il nome di Amyclae, lo stesso della capitale achea della Laconia a 6 km da Sparta.
Tuttavia, la località fiorì in epoca romana quando venne costruita la strada Flacca per i commerci e quando, in età repubblicana, i romani abbienti affascinati dalla bellezza del luogo realizzarono le loro sfarzose residenze.
Oggi rimane ancora ben visibile e visitabile la villa dell’imperatore Tiberio, assolutamente da non perdere insieme all’ampia grotta, dove furono ritrovate incredibili opere marmoree che celebrano le gesta di Odisseo; tra le altre, fu ritrovata la statua raffigurante l’accecamento di Polifemo da parte di Ulisse, oggi conservata insieme agli altri reperti  nel Museo Archeologico attiguo, anch’esso da non perdere! 
Spiaggia Levante e grotta di Tiberio vista da Sperlonga
Ingresso Grotta di Tiberio, Sperlonga - smartraveller blog

Il bellissimo complesso comprendente la Villa di Tiberio, la grande Grotta ed il Museo Archeologico, si trova poco fuori dal centro e ed è affacciato sul mare. L’area fa parte dell’Oasi Blu gestita dal WWF, un’area di ben 11 ettari. Le strutture presenti includono: un laboratorio didattico, il percorso seawatching, il percorso natura.
Grotta di Tiberio, Sperlonga - aerial view google
Ingresso Parcheggio Villa Tiberio e Museo Archeologico Sperlonga, via Flacca[smARTinfo] Indirizzo: Via Flacca km 16.300; c’è un comodo parcheggio (vedi l’ingresso nella foto sopra). Orari di apertura: tutti i giorni [lunedì escluso] dalle 8,30 alle 19,30 continuato. Costo del biglietto 5€ intero, 2,5€ ridotto. Gratuito ogni prima domenica del mese. Numero telefonico 0771.548028. Ulteriori info qui. 
► Di torri, mura e porte◄
Il Medioevo fu un altro periodo importante per Sperlonga (Castrum Speloncae) la quale iniziò a riorganizzarsi attorno al castello per difendersi dalle incursioni dei Saraceni e da attacchi via mare. Per questo una caratteristica di Sperlonga è rappresentata dalla sua struttura urbanistica e il suo sistema di difesa, costituito da mura di fortificazione – di cui rimangono solo delle porzioni e due porte di accesso, la cosiddetta “Portella” o “Porta Carrese” e “Porta Marina” – e torri di avvistamento costiere, oggi ancora in essere:
  • la Torre Centrale, che dominava il borgo, oggi il suo profilo è disegnato nello stemma attuale del Comune; i resti della Torre sono visibili in Via Giosa;
  • la Torre del Nibbio, che faceva parte del castello baronale del 1500 ed oggi incorporata nelle case;
  • la Torre Truglia, la più famosa, la più fotografata, si trova sull’estrema punta del promontorio di Sperlonga e col suo profilo suggestivo divide la Riviera di Levante, che si estende fino alla Grotta di Tiberio, dalla Riviera di Ponente, che lambisce la parte bassa del paese. Fu costruita sopra una preesistente torre romana, nel 1534 fu devastata, come anche il borgo, da Khayr al-Dīn detto il Barbarossa, e venne ricostruita nel 1611 e successivamente distrutta dai Turchi (1622). Dal 1870 al 1969 venne utilizzata dalla Guardia di Finanza; attualmente, invece, è sede del Centro di Educazione dell’Ambiente Marino del Parco Naturale Regionale “Riviera di Ulisse”.
  • la Torre Capovento (1532), situata sul Monte Bazzano a tre chilometri dal paese andando verso Gaeta, andò distrutta durante le scorrerie dei pirati nel Medio Evo poi dal 1820 fu un posto di dogana; fu restaurata negli anni cinquanta, ma è crollata di nuovo recentemente, e oggi ne è visibile solo il basamento. Alcune rovine sono anche precipitate in mare.
► Palazzi e scorci◄
Il borgo arroccato come detto è stato oggetto di molti attacchi nel Medioevo e fu ricostruito nella classica forma a “testuggine” nel XVII/XIX secolo, e arricchito di chiese e palazzi signorili. Passeggiando attraverso i vicoli si possono scoprire la particolarissima Corte del Monastero conosciuta come la piazzetta del pozzetto, un gioiellino che si apre tra piccole case bianche ricoperte di edere rigogliose. Al centro della piazzetta c’è un pozzo e su una delle pareti che la circondano si trovano delle pitture murali che ricordano le incursioni dei pirati. Caratteristica è anche la volta stellata e dipinta di azzurro della Piazzetta della Concordia. Laddove via Itri si incontra con via Roma si trova la vecchia Chiesa di Sperlonga intitolata a San Leone. Nella Piazza Europa si trovano invece la moderna Chiesa di Santa Maria Assunta in Cielo, il Municipio e il Monumento ai Caduti. 
Vecchia Chiesa di San Leone

Vecchia Chiesa di San Leone

scorcio : narrow street - Sperlonga © smartraveller blog

Il porto◄
Il porto di Sperlonga, prevalentemente a funzione turistica, si trova sotto Torre Truglia. Si tratta di un porto a bacino secondo uno schema utilizzato di frequente nei mari interni come il Mediterraneo, tipico dei vecchi porti, nei quali spesso si sfruttava un ridosso naturale ampliato con opere artificiali. Via del Porto, Sperlonga © smartraveller
Il porto di Sperlonga © smartraveller blogIl porto è stato realizzato tra la fine degli anni ’50 e l’inizio degli anni ’60 in risposta alle esigenze degli addetti locali nel settore della pesca e dei diportisti, ma con il passare del tempo la funzione turistica e ricreativa è diventata prevalente.
I laghi◄
Non esistono solo il mare e le grotte, ma anche due suggestivi laghi la cui bellezza ha suggerito la definizione “gli occhi di Sperlonga”. Si tratta del Lago si San Puoto e del Lago Lungo. Questi due laghetti costieri alle porte di Sperlonga rappresentano luoghi unici nel Lazio: sono un’area di grande pregio ambientale e naturalistico; in particolare il Lago Lungo è considerato di rilevante importanza ambientale e sottoposto a tutela integrale, ricadente in Zona di protezione speciale, nonché Sito d’interesse comunitario in base alla direttiva europea “Habitat”. Entrambe si trovano in posizione parallela al mare dal quale sono separato da un cordone di dune popolate di piante mediterranee molto rare.
[Extratips]
●Per approfondire i luoghi di interesse, clicca su questo link e visualizzerai una mappa per orientarti meglio. ●Ti consiglio anche di dare un occhio alla pagina del Comune con tutte le info sui parcheggi. In bassa stagione non ci sono problemi a trovarne, ma se dovessi recarti in estate ti consiglio vivamente di prenderne visione prima di recarti a Sperlonga.
[A TAVOLA]
La cucina locale è un mix di tradizione contadina con quella legata ai prodotti del mare, si possono trovare zuppe di pesce a base di sarde o fagioli. Famosi anche i bambolotti con ragù di seppie; ancora il pesce spada al sedano bianco di Sperlonga o alle olive di Gaeta.
– Un locale che mi sento di consigliare è la Ricciola Saracena, piccolino ma accogliente con alcuni tavoli all’aperto in un bel vicoletto. Si mangiano prelibatezze locali e ricercate, ovviamente la materia prima e regina è il pesce. Lo consiglio anche per una cena romantica.
– Poco fuori Sperlonga si trova un caseificio che produce della mozzarella fantastica, tappa obbligata quando sono di passaggio.
▁ ▂ ▃ ▄ ▅ ▆ ▇ ▆ ▅ ▄ ▃ ▂ ▁
Sperlonga è un piccolo borgo mediterraneo che ti suggerisco di visitare in ogni momento dell’anno, ovviamente essendo una località balneare d’estate per molti può risultare più attraente, ma personalmente la preferisco fuori stagione, quando i vicoli e le spiagge non sono affollati e ci si può immergere in tutta tranquillità nel romanticismo di questo luogo.Swimming Sperlonga beach off season smartraveller blog

Tramonto da Sperlonga © smartraveller blog

Sunset over Circeo - Sperlonga © smartraveller blog

Come non innamorarsi di un luogo simile immerso e circondato da un tale patrimonio storico-culturale ed ambientale?
Nel mondo vi è sempre stato molto di più di quanto gli uomini potessero vedere quando andavano lenti, figuriamoci se lo potranno vedere andando veloci [John Ruskin]

MADE WITH WANDERLUST BYPaola

© www.smartraveller.it

Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know

twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Annunci

Un pensiero su “Fuga a Sperlonga

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...