Eclettismo a gogò alla Casina delle Civette

Casina delle Civette © smARTravellerNel bel mezzo della via Nomentana, nel parco di Villa Torlonia, si erge la stravagante Casina delle Civette, un edificio unico a Roma, dalle forme architettoniche davvero particolari, che sembra uscito letteralmente da un libro di favole dentro al quale ti trascinerà!

Casina delle CivetteL’edificio fu progettato nel 1840 dall’architetto Giuseppe Jappelli in forma di capanna svizzera, in sostanza un rustico chalet in tufo
che non assomigliava molto all’edificio attuale.
In seguito fu ampliata e trasformata dal Principe Giovanni Torlonia, che volle darle un aspetto di edificio medievale reinterpretato con gusto decò, liberty e art noveau…insomma non manca nulla!
La caratteristica peculiare dell’edificio è la concentrazione di meravigliose vetrate e luci policrome da cui verrete ipnotizzati, che vennero realizzate dai maggiori artisti del tempo, tra il 1908 e 1930, quali Cambellotti, Paschetto, Grassi, Bottazzi ed altri, grazie ai quali la Casina divenne esempio dell’arte del vetro, nel periodo liberty, tanto che oggi il comune di Roma ne ha fatto la sede del Museo della Vetrata Artistica di genere Liberty.
Casina delle Civette © smARTraveller
Casina delle Civette, Roma
Casina delle Civette © smARTraveller
Casina delle Civette © smARTravellerMentre cammini passeggiando tra gli ambienti assisterai ad un seusseguirsi di coloratissime vetrate, ferri battuti, mosaici, maioliche e arredi in legno, tra giochi di luce che la fanno da padroni e cattureranno tutta la tua attenzione. Le vetrate più belle ritraggono soggetti naturalistici dai cigni, alle rose, passando per i pavoni fino alle civette, che ricorrono spesso nelle decorazioni della Casina, e che, infatti, determinarono il nome del Palazzo. Casina delle Civette © smARTraveller

Vetrata Rondini Casina delle Civette Roma Villa Torlonia smartraveller blog

Giovanni Torlonia jr, noto per essere un tipo sui generis, era molto attratto dall’esoterismo e i suoi simboli, in particolare appassionato di volatili notturni come appunto gufi, civette e pipistrelli! Anche sul soffitto della sua camera da letto, decorato con una bella volta stellata, non manca un cerchio di pipistrelli al centro!
Alla morte di Torlonia jr, purtroppo, la Casina venne abbandonata. Dal ‘44 al ‘47 Villa Torlonia e quindi la Casina vennero occupate dai militari angloamericani, il che produsse parecchi danni al complesso, soprattutto alla Casina delle Civette, che nel 1978 quando venne acquistata dal Comune versava in condizioni disastrose.
Casina delle Civette © smARTraveller
Casina delle Civette © smARTravellerL’incendio del 1991 aggravò le condizioni di degrado della Casina, unitamente a furti e vandalismi. L’immagine odierna della Casina delle Civette è il risultato di un lungo, paziente e meticoloso lavoro di restauro, eseguito dal 1992 al 1997, che, con quanto ancora conservato e sulla base delle numerose fonti documentarie, ha permesso la restituzione alla città di uno dei più singolari e interessanti manufatti dei primi anni del secolo scorso.Casina delle Civette © smARTraveller
Casina delle Civette © smARTravellerLa visita alla Casina delle Civette è l’occasione per vedere qualcosa di diverso della capitale e lasciarsi trasportare in atmosfere che fanno sognare un po’!
[smARTinfo]
Indirizzo: Via Nomentana 70 – 00161 Roma
Orari: da martedì a domenica ore 9.00-19.00
24 e 31 dicembre ore 9.00-14.00
La biglietteria chiude 45 minuti prima
Informazioni: 060608 tutti i giorni 9.00-21.00, oppure qui trovi tutte le le info su biglietti e ingressi gratuiti.
Sempre nel parco di Villa Torlonia potrebbe interessarti la visita ad un altro luogo molto particolare, il Bunker di Mussolini.

***

La curiosità è il motore dell’intelligenza, è una robusta stampella con cui sorreggersi, è la porta aperta sulla vita [Cesarina Vighy, L’ultima estate]

***
MADE WITH WANDERLUST BYPaola***

Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know

twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

© www.smartraveller.it
Advertisements

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...