In cerca di piante e fiori all’Orto Botanico di Padova

Orto botanico di Padova © smartraveller.it (7)
Un incredibile giardino botanico proprio nel cuore della città, sullo sfondo della bellissima e trafficata Piazza del Santo si cela, attraverso un passaggio quasi nascosto, un luogo che sa regalare pace, solo così può essere definito l’antico Orto Botanico di Padova.
Anche per chi non è così esperto di verde e chi di fronte ai nomi enigmatici e interminabili delle piante rimpiange di non aver dato il meglio di sé in Latino alle superiori, l’Orto di Padova è una meta cui dedicare una visita molto intensa per prendere una bella boccata di profumi e colori!

Questa location non solo è riconosciuta dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità, ma ha un primato non indifferente: è il più antico orto botanico universitario del mondo, nato nel 1545 come Horto medicinale, un esempio per gli studiosi di tutto il mondo.
Oggi l’orto botanico è molto molto di più. Sa regalare un viaggio completo alla scoperta delle meraviglie della flora mondiale: piante rare e tropicali, cactus, flora minacciata, e così via; questo bellissimo angolo di Padova è l’eden (concentrato) delle sette meraviglie.Orto botanico di Padova © smartraveller.it (1)

Orto botanico di Padova © smartraveller.it (2)

Il complesso è diviso in due parti, l’antico orto botanico istituito nel 1545 (!) e la parte nuova di zecca, all’interno di candide serre hi-tech e all’avanguardia, il cosiddetto Giardino della Biodiversità, inaugurato a settembre 2014.

[L’antico orto]

Orto botanico di Padova © smartraveller.it (8)
Orto botanico di Padova © smartraveller.it
Le specie messe a dimora qui sono davvero tante, forse l’inverno non è il periodo migliore per visitarlo, ma si può godere comunque della bellezza stessa del luogo, che presenta un aspetto assolutamente armonioso, essendo disposto in una struttura circolare a sua volta suddivisa in quattro quadrati più piccoli che ospitano diverse aiuole. Poi c’è il muro circolare che abbraccia il parco, costruito nel 1552 per impedire i continui furti notturni delle preziose piante medicinali.
Orto botanico di Padova © smartraveller.it

Orto botanico di Padova © smartraveller.it

E’ da menzionare l’antica palma, detta Palma di Goethe, un esemplare risalente #nientepopodimenoche al 1585, nonchè di un’altezza non da poco: ben 11 metri!
Un albero che mi è piaciuto particolarmente è stato il cedro dell’Himalaya, una cascata di foglie gialle!

[Il Giardino delle Biodiversità]

Quando ho lasciato la parte antica per la nuova non mi sarei aspettata di trovare tanto splendore. Il nuovo edificio è davvero qualcosa di notevole. Vale proprio la pena visitarlo.
Orto botanico di Padova © smartraveller.it (15)
Orto botanico di Padova © smartraveller.it
Orto botanico di Padova © smartraveller.itE non solo per la struttura, l’architettura e perchè si inserisce bene nel contesto, con la Basilica di Santa Giustiniana che fa capolino, ma soprattutto per ciò che è contenuto nelle 5 serre per 5 continenti, che ti portano letteralmente in viaggio da un luogo all’altro del pianeta!
Ci sono il deserto, la savana, la foresta tropicale, il mediterraneo e le aree temperate. Impossibile non essere catturati dalla curiosità di scoprire e conoscere le piante, i frutti e i fiori più particolari al mondo, qui ospitati.
Orto botanico di Padova © smartraveller.it (18)
Orto botanico di Padova © smartraveller.it
Orto botanico di Padova © smartraveller.it
Orto botanico di Padova © smartraveller.it
La mia passeggiata si faceva sempre più bella, più grande. Senza rendermene conto ho trascorso qui quattro ore buone…è stata un’ottima scelta, e lo consiglio se ti trovi a Padova, sia per una visita di piacere e un po’ di relax tra piante secolari ed esotiche, sia se hai interessi didattici, magari con i bambini al seguito.
[smARTinfo]
La struttura del Giardino della Biodiversità è a impatto zero e si adatta al clima esterno, producendo ossigeno e aprendosi e si chiudendosi per regolare la temperatura. L’acqua piovana verrà raccolta per alimentare le fontane e le vasche delle piante acquatiche.
Una nota pratica per la visita: consiglio di scaricare l’app ufficiale dell’Orto sullo smartphone, per accedere a contenuti e informazioni aggiuntive sulle piante e i giardini.
Per gli orari clicca qui. E per le info sui costi qui.
La natura unisce da pari a pari
persone lontanissime tra loro
per condizione di fortuna,
si baciano come nate insieme
[Tutto è bene quel che finisce bene. William Shakespeare]
Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know
Annunci

Un pensiero su “In cerca di piante e fiori all’Orto Botanico di Padova

  1. Pingback: Perdersi nel dedalo di strade del ghetto ebraico di Padova | smARTraveller

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...