Sopravvivere felicemente alla Ryanair

ryanair, guida smARTravellerEbbene sì, sono una fruitrice della prima ora della famosa compagnia irlandese a basso costo; ricordo quando indisturbata riuscivo a salire a bordo anche con più di una valigia, anche molto pesante …bei tempi andati!
Con l’esperienza maturata non potevo esimermi dal dire la mia ed condividere una piccola guida per sostenere psicologicamente, fisicamente ed economicamente, quindi, sopravvivere ad un volo con Ryanair!

Non sono qui a sindacare perché e come si dovrebbe o meno viaggiare con un vettore low-cost, ma è un dato di fatto che un sacco di gente abbia potuto viaggiare e vedere l’Europa in lungo ed in largo, grazie ai costi davvero ridotti e le offerte clamorose di questa compagnia. Questi suggerimenti ti torneranno senz’altro utili per evitare intoppi, stress Ryanair-correlato e soprattutto per evitare di sborsare soldi inutili all’ultimo minuto.

 

1. Assicurarsi di stampare la carta d’imbarco a casa, in ufficio, in copisteria…dovunque tu voglia, ma fallo prima di recarti in aeroporto, dove non solo carta d'imbarconon esistono stampanti, ma là pagherai cara questa tua dimenticanza!!! Ai passeggeri che hanno perso o dimenticato di stampare le proprie carte d’imbarco verrà richiesto di pagare la tassa per la ri-emissione della carta stessa in aeroporto. Ryanair ha recentemente abbassato la tariffa da sborsare da 70€ a soli 15€, nel caso in cui avevi almeno completato il check-in online prima di arrivare in aeroporto. Se invece non ti rechi in aeroporto senza aver provveduto a fare il check-in o a stampare il biglietto, allora dovrai pagare 70€ – sostanzialmente per un pezzo di carta! Assicurati di stampare la carta d’imbarco tra i 15 giorni fino 2 ore dalla partenza, e vedrai che non ci saranno momenti di paura all’aeroporto…e, naturalmente, saranno felici le tue tasche (perché, diciamo la verità, molto spesso quei 70€ sono più di quanto effettivamente avevi pagato per il biglietto del volo stesso!)
2. Indossare cuffie per l’ascolto musicale, a patto che siano quelle con sistema attivo di cancellazione del rumore, se una volta a bordo del volo non vuoi essere bombardato/a ogni cinque minuti con annunci e pubblicità. Ryanair, infatti, è nota anche per gli annunci sparati a tutto volume durante i voli. Il mio preferito è quello che annuncia la vendita di biglietti della lotteria….ma qualcuno che abbia mai vinto questa lotteria esiste davvero? Se mi leggi, batti un colpo 😉 In ogni caso, il bello di questi annunci è che sembrano fatti apposta per interrompere la tua fase REM o evitare proprio di far schiacciare un pisolino al passeggero, quindi, un bel paio di cuffie a cancellazione di rumore garantirebbe un bel po’ di pace e tranquillità in volo. A questo proposito, però, mi pare giusto ricordare che la compagnia opera i cosiddetti “voli silenziosi” prima delle 8 del mattino e dopo le 9 di sera. Durante questi voli alcun annuncio viene fatto, se non i necessari messaggi sulle misure di sicurezza.
3. La tempistica è tutto. Cerca di essere in aeroporto col giusto anticipo. E’ vero, Ryanair ora consente l’assegnazione di posti, ma non è cambiato molto nella procedura di imbarco…che è più o meno come una radunata di buoi – il problema è che più tardi sali sul vettore, più probabilità ci saranno che il tuo bagaglio non riesca a trovare posto nelle cappelliere e quindi venga spedito in stiva. Non mi sono mai spiegata questo fenomeno. Nonostante i controlli serrati, nei vani non c’è mai abbastanza posto. E se sali tra gli ultimi e riesci a trovare alloggio per il tuo trolley, al 99% non sarà sopra il tuo sedile, ma può capitare che venga dirottato in tutt’altra parte dell’aeromobile.
4. Siate pronti ad affrontare gli addetti del gate! Non posso dimostrarlo, ma a volte ho avuto come la sensazione che gli steward e le hostess del gate debbano ottenere dei bonus per quanti uomini o donne adulti riescano a ridurre alle lacrime per via del controllo sulla taglia dei bagagli a mano. Ho visto risse, litigi, drammi, pianti isterici… alcuni degli addetti al gate sono davvero dei cecchini, ma è vero he alcuni passeggeri esagerano con le misure dei bagagli. Misurare il bagaglio a mano, mini guida alla Ryanair di smARTraveller
5. Le dimensioni sono tutto! Questo punto è direttamente connesso col punto 4. Misura il tuo bagaglio, altrimenti preparati a pagare! La dimensione accettata da Ryanair per il bagaglio a mano è di 55 x 40 x 20 cm, e la compagnia ci tiene molto a far rispettare questa regola, quindi non pensare di poter facilmente evadere. Che ti piaccia o no potrebbe esserti chiesto di verificare la misura del trolley o inserendolo in gabbiotti di metallo o in forme cartonate, sotto l’occhio vigile degli addetti del gate; fai in modo di verificare prima le misure della tua borsa! Sappi che nel resto d’Europa, più che in Italia, i controlli sono più ferrei e meno aleatori. Le dimensioni previste includono anche ruote e maniglie, tienilo a mente! Se il bagaglio non dovesse entrare nel gabbiotto, ti costerà 60€ per registrarlo e mandarlo in stiva! Un piccolo consiglio: se intendi infilare nel bagaglio qualcosa in più, se viaggi con uno zaino, allora potrai riuscire a passare inosservato. Certo, non è un metodo infallibile, ma ho notato che uno zaino, anche abbastanza ingombrante, viene notato meno di una trolley. La Ryanair da qualche tempo ha introdotto la possibilità di portare con sé anche una seconda piccola borsa delle misure di 
6. Altro tasto dolente: il peso della borsa che non può superare i 10 kg. Se sfori sarai soggetto al pagamento di unPesa il bagaglio a mano, Ryanair smARTraveller sovrattassa, a meno che non si tiri qualcosa via dalla valigia. Per dovere di cronaca, in realtà pesano i bagagli a mano solo in alcuni paesi. Senza, dubbio Bruxelles-Charleroi (dove grazie a due gentili passeggeri ho potuto riportare a casa circa 3 kg di libri che non mi consentivano di varcare il gate, e che ho smistato a loro), a Frankfurt-Hahn, dove più volte ho riempito ogni saccoccia a mia disposizione! oppure a London-Stansted dove mi è capitato di dover sborsare la tassa. C’è una buona notizia, però, Ryanair consente da pochi mesi di portare gratuitamente una borsetta in aggiunta al bagaglio a mano…che lusso!Non sarò più costretta a imbucare e contorcere la mia borsa all’interno del bagaglio a mano per poi tirarla subito fuori una volta a bordo dell’aereo. Quel contre-sens!
7. Paga online la tariffa aggiuntiva per il bagaglio da imbarcare in stiva. Se già sai che il solo bagaglio a mano non ti sarà sufficiente, non aspettare di essere in aeroporto dove dovrai pagare un prezzo molto più salato! Fallo in anticipo ad una tariffa migliore. Ogni passeggero può registrare fino a due bagagli da 15 kg o da 20 kg sia al momento dell’acquisto del biglietto, ma anche successivamente, i bagagli da stiva si possono aggiungere in qualsiasi momento fino a 4 ore prima dell’orario di partenza del volo, purché non sia stato già fatto il check in online. Le tariffe variano da alta stagione a bassa stagione e a seconda del percorso, ma di solito se si acquista on-line, si pagherà tra i 15-35 euro per un bagaglio da 15 kg o 25-45 euro per bagaglio da 20 kg. Se decidi di fare tutto in aeroporto, i prezzi salgono a 30-70 euro per una valigia da 15 kg e 40-75 euro per una da 20 kg.Desk Check In Ryanair, smARTraveller
8. Questa è per chi non ha passaporto comunitario! Assicurati di avere il timbro sulla carta d’imbarco prima di salire. E’ un passaggio super importante perché non si tratta di una tassa, ma di un eventuale inghippo che potrebbe far effettivamente perdere il volo. Siccome ho amici extra UE, ho scoperto che sono tenuti a farsi timbrare la carta d’imbarco, per salire a bordo. Più volte ho visto persone passare tranquillamente il controllo sicurezza e il controllo passaporti (per destinazioni extra UE) ed arrivare al gate, e solo lì scoprire di dover tornare al desk (se questo è ancora aperto), per farsi timbrare la carta d’imbarco. Ricordo che questa procedura è prevista dalla sola Ryanair e vale per i cittadini non comunitari, che viaggiano in giro per l’Europa e Marocco. Quindi, se non sei un cittadino UE, al tuo arrivo in aeroporto vai al banco check-in e chiedi dove e come si fa per ottenere il timbro, perché la procedura cambia a seconda dell’aeroporto. A volte c’è un banco dedicato, altre volte si fa al banco del check-in, che significa fare la stessa fila che fanno coloro che imbarcano la valigia.
9. I sedili e gli spazi sui voli Ryanair sono un po’ ridotti. Questa compagnia dispone delle sedute più piccole nel settore del trasporto aereo. Insomma, bisogna essere coscienti che si viaggia leggermente più stretti. La cosa forse più noiosa è che i posti Ryanair non si reclinano, sono bloccati. Non è la fine del mondo, basta essere preparati ad essere un po’ scomodi per un paio d’ore!
10. Ora leggi con la massima attenzione. Ryanair è stata effettivamente multata per pratica commerciale scorretta, a proposito della vendita delle polizze assicurative abbinate all’acquisto dei biglietti e per la complessa procedura legata al diritto di rimborso. La compagnia aerea ha recentemente rinnovato il suo sito web, il quale non presenta più idiosincrasie, che rendevano poco chiara l’immediata quantificazione del prezzo. Io consiglio di procedere comunque lentamente, leggere per bene e assicurarsi di dire “No, grazie” a tutti gli extra e le varie opzioni che non si intendono acquistare, pagina dopo pagina del processo di acquisto.asssicurazione viaggio ryanair, smARTraveller
Se riesci a prendere dimestichezza con questi accorgimenti, vedrai la prenotazione del biglietto andrà molto più veloce, così come il transito in aeroporto e la tua esperienza di viaggio meno traumatica di quanto tu non creda.
Se vuoi raccontare la tua esperienza o hai bisogno di qualche altra informazione, non esitare a contattarmi o scrivere un commento qui sotto!
Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know

twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Annunci

Un pensiero su “Sopravvivere felicemente alla Ryanair

  1. Pingback: Organizzare un weekend a La Valletta | smARTraveller ✈

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...