Il Capodanno più lungo si chiama Hogmanay

Royal Mile
Forse non tutti sanno che l’evento di Capodanno di gran lunga più spettacolare in Europa è l’Hogmanay, un festival che si tiene in Scozia per salutare il passaggio al nuovo anno, e che attira ogni anno solo ad Edimburgo circa 100.000 persone da tutto il mondo.

Si tratta di un’antica festa pagana, le cui origini risalgono a riti celtici e vichinghi, che dapprima si svolgeva al solstizio d’inverno, e poi è slittata fino alla notte di San Silvestro, ovvero l’ultimo dell’anno. Un giorno che decenni fa era l’unico giorno festivo del mese di Dicembre, e considerato molto più importante del Natale. Il programma è fittissimo, una maratona di ben quattro giorni, la città si anima di eventi, concerti, manifestazioni, rassegne musicali e cinematografiche, giochi di strada e attività per grandi e bambini.
Si inizia la sera del 30 dicembre con la suggestiva fiaccolata [Torchlight Procession] che ricrea atmosfere ancestrali. Si parte da ponte Giorgio VI per terminare con l’incendio della nave vichinga su Calton Hill. Nel giro di pochi secondi, l’intera struttura in legno è inghiottita dalle fiamme, tra lo stupore degli spettatori. Migliaia di partecipanti con torcia in mano creano uno spettacolare fiume di fuoco lungo tutta la città. Alla testa della processione, c’è un gruppo folk tradizionale di zampognari e percussionisti, e l’accompagnamento degli Shetland’s Up Helly Aa’ Vikings, squadre di figuranti vestiti come vichinghi, che portano fiaccole ardenti; dietro si sviluppa un lungo serpentone di persone, che nell’ultima edizione ha toccato il numero record di 35 mila unità, ognuno con la sua torcia (acquistata in anticipo o al punto di ritrovo per £10.00). Infine, la sera stessa si tiene il primo spettacolo di fuochi artificiali.
Hogmanay
Torchlight Procession IV
Torchlight Procession III
Il cuore degli eventi nella notte di San Silvestro è buona parte del centro storico, che va dal Royal Mile a Princes Street, che viene chiusa al traffico sia automobilistico, e l’accesso è consentito solo tramite l’acquisto di biglietti.
Per dare il benvenuto al 2017, gli eventi clou sono il concertone presso i West Princes Street Gardens, il cui biglietto va acquistato in prevendita qui (in programma tra gli altri Paolo Nutini); oppure l’Hogmanay Street Party, che si tiene nel cuore della città, pronto ad accogliere fino a 80.000 festaioli che potranno festeggiare e ballare nel cuore di Edimburgo, in tre differenti location e dove suoneranno diverse band e djs (le location sono: Waverley Bridge / Frederick Street / The Mound). Il biglietto ha il costo di 25£ prevendita inclusa; infine, si può scegliere di festeggiare a suon di musica tradizionale scozzese assistendo allo spettacolo Ceilidh (biglietti 47,5£ prevendita inclusa) presso Mound Precinct, che è lo spettacolo meno chiassoso. I biglietti qui.
Falò
Street Party
KeilidhI concerti si interrompono alla mezzanotte quando il cielo notturno sopra il castello si illumina con centinaia di fuochi di artificio che colorano la città sotto le note di Auld Lang Syne, un’antica melodia scozzese sui versi di Robert Burns, il poeta nazionale, che parla degli amici nel passato e nel futuro. Un momento davvero magico! Oltre al Festival, che chiude i battenti intorno alle 2 di notte, per tutta la città la festa continua nei pub dove si può ascoltare musica dal vivo e dove i festeggiamenti vanno avanti a oltranza.
La celebrazione dell’Hogmanay a Edimburgo è relativamente recente: la prima edizione fu nel 1993 e oggi è uno degli eventi di fine anno più famosi e apprezzati del mondo. Dalle giostre alla pista di pattinaggio, dalla musica al teatro, Edimburgo acquista un bel po’ di colore e calore! Gli eventi, come dicevo sono molto fitti, dalla mattina alla sera, dal 30 fino al 2 gennaio.
Il primo gennaio c’è il Looney Dook, il tuffo nelle acque gelide del Forth Estuary, oppure la One O’Clock Run, la corsa simbolica di un miglio aperta a tutti, e ancora musica, sport e teatro in strada. Per finire in bellezza, se non fosse stato abbastanza, il 2 gennaio in terra scozzese è festa nazionale!

one-o_clock-gun-run

loony-dook

Loony Dook II

[smARTips]
Per partecipare agli eventi del Festival di Hogmanay bisogna acquistare i biglietti, le cui vendite iniziano dal mese di ottobre, e spesso vanno sold out nel giro di poc tempo. Se si è indecisi, ma bisogna essere anche molto fortunati, è possibile trovare biglietti last minute anche nei giorni stessi delle festività. I biglietti a pagamento sono stata una scelta obbligata dell’amministrazione, per via del successo della manifestazione, e per contenere i problemi di sicurezza e la ressa nelle vie del centro città. Tutte le info ed il programma sul sito ufficiale dell’evento.
L’incanto della novità, cadendo a poco a poco come una veste, mette a nudo l’eterna monotonia della passione che non cambia mai forma, non cambia mai linguaggio [Gustave Flaubert, Madame Bovary, 1856]

***

MADE WITH WANDERLUST BYPaola***
Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know
twitterfacebookPinterestinstagram

© www.smartraveller.it

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Advertisements

2 pensieri su “Il Capodanno più lungo si chiama Hogmanay

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...