eRRoRi da NoN coMMeTTeRe e 10 MoDi peR EvitaRLi

Glendurgan Garden, Cornovaglia - by Bob KristDura la vita del turista. Come abbassi un po’ la guardia (mi assumo la responsabilità di ciò che sto per dire) capita di imbattersi in tassisti, venditori ambulanti e altri soggetti senza scrupoli che ti fregano allegramente. E nell’ambito della ristorazione? Sei l’anello più debole della catena alimentare. Ogni anno migliaia di persone che viaggiano su e giù per il globo cadono in trappole commerciali abbastanza banali, proprio perché continuano a comportarsi esattamente come non dovrebbero: da turisti! Se esiste una filosofia del viaggio, allora è arrivato il momento di dispensare qualche consiglio.
Si sa, anche il viaggio dei sogni o il viaggio pianificato più meticolosamente può riservare degli imprevisti e cambiamenti di rotta, ma con un po’ di know-how si può evitare di prendere qualche cantonata, o comunque riuscire a far fronte a situazioni che si erano sottovalutate.
In passato (per fortuna lontano) ho sperimentato sulla mia pelle qualche disavventura dovuta a distrazioni o impreparazione, quindi l’obiettivo di questo post è mettere insieme alcuni pezzi sulla base della mia esperienza e tradurli in una mini guida utile a evitare quantomeno intoppi banali.
 Non lasciare tempo sufficiente per lo scalo tra un volo e l’altro

Errori da non fare - Non lasciare tempo sufficiente per il transit

Quando capita di dover fare uno scalo e cambiare aereo bisogna sempre considerare gli imprevisti e calcolare bene i tempi. In genere, io lascio una finestra di un’ora e mezza tra i voli di collegamento. Solo così scenderanno le probabilità di perdere il volo o trovarsi nella situazione malaugurata che il bagaglio vada perso!
45 minuti per il cambio tra un volo e l’altro potrebbe sembrare fattibile, ma in realtà spesso non lo è, soprattutto nei grandi aeroporti, dove le distanze tra i gates possono essere davvero immense; il che può significare fare un viaggio nel viaggio: magari si deve prendere una metro, un trenino o uno shuttle all’interno dell’aeroporto stesso. Quando si è “in transit” è importante informarsi sulla grandezza dell’aeroporto, quali siano i terminal di arrivo e di partenza, e in generale farsi due calcoli, e mai prenotare uno scalo con un tempo di cambio troppo ridotto!

Non richiedere il passaporto o il visto con sufficiente anticipo

Errori da non fare - Non richiedere il passaporto o il visto con sufficiente anticipo

Se intendi recarti fuori dall’Europa meglio muoversi in anticipo e pensare subito al passaporto. Se non ne hai ancora uno, la lavorazione di un passaporto ordinario può richiedere indicativamente 30 giorni, quindi, appena inizi a pianificare il viaggio, richiedi il passaporto. Se hai già il passaporto, assicurati che non sia scaduto, che ci siano almeno sei mesi di validità residua (molti paesi richiedono questo requisito). Se sei a ridosso della partenza e vuoi richiedere il passaporto in maniera urgente, e non hai la possibilità di recarti direttamente in questura, ora è possibile domandarlo direttamente online. Visita il sito della Polizia di Stato per richiedere il passaporto e prenotare ora, data e luogo per presentare la domanda, eliminando le lunghe attese negli uffici di polizia.
 ➔ Nota per i frequent flyers: assicurati che il tuo passaporto sia in buono stato e che ci siano abbastanza pagine vuote. Sai che, ad esempio, la legge sudafricana chiede ai viaggiatori di avere almeno due pagine completamente vuote per il visto sul passaporto, e senza questo requisito, può essere rifiutato il tuo ingresso? Tu non vorresti mai una cosa del genere, vero? Per quanto concerne i visti, visita il sito o recati presso il consolato del paese di destinazione per conoscere la procedura. ➔ Per i ritardatari, grosso modo, tutti i consolati prevedono una procedura d’urgenza, ovviamente pagando una tariffa maggiorata. Infine, se non hai proprio tempo per espletare tutte le pratiche, puoi affidarti ad un’agenzia specializzata nel rilascio di visti. Ulteriori informazioni e requisiti di visto sul luogo di destinazione sul sito di Viaggiare Sicuri
Sottovalutare la posizione del tuo albergo

Errori da non fare - Sottovalutare la posizione del tuo albergo

Trovare un hotel in una posizione comoda, che sia diciamo “nel bel mezzo dell’azione”, può rappresentare la decisione ottimale, piuttosto che alloggiare in periferia e spendere soldi e tempo negli spostamenti. Ma tutto dipende dal luogo di destinazione, dalla città, dalla sua grandezza e dai trasporti. In ogni caso, la possibilità di avere un hotel facilmente raggiungibile, per spezzare la giornata, riprendere le forze, magari prima di uscire per cenare fuori, non ha prezzo. E tutto questo non è semplice se l’hotel si trova a più di 30-40 minuti di bus dal centro. Per non parlare poi di una vacanza in famiglia con bambini piccoli: l’importanza di avere la camera a portata di mano, significherà una visita meno impegnativa. Il valore della posizione a volte è più importante di quello economico.

Strafare
Errori da non fare - StrafarePer luoghi e città ricche, come Londra, Parigi, Istanbul preventivare minimo tre notti, cosi da poter vivere un viaggio e una visita più complete, ed avere il tempo anche per i piaceri più semplici, come osservare la gente o prendersi un caffè in relax. Per te che ami fare tutto in un giorno, ho solo un consiglio: rallenta! Avere il tempo di fare una passeggiata senza fretta o ritagliarsi mezza giornata nella visita di un grande museo non ha prezzo.
Non tenere conto di simpatie e antipatie

Errori da non fare - Non tenere conto di ciò che ti piace di più

Non c’è da imbarazzarsi se si va a New York per stare tutto il giorno seduti a Central Park, invece che fare la cavalcata delle valchirie dalla mattina alla sera in giro per la città, oppure preferire una visita a Machu Picchu, invece che stare sull’amaca a bere Margarita e guardare il mare. Quando pianifichi o immagini le attività durante il viaggio non devi per forza seguire ciò che gli altri insistono a consigliarti, piuttosto siediti e rifletti su ciò che TU vuoi veramente fare del TUO viaggio. Ad esempio, la prima volta che sono andata in Marocco mi avevano sconsigliato di visitare Rabat, la capitale, e preferire Casablanca: non solo ci sono andata, ma vi ho anche trovato una bellissima medina ed ho visitato la Chellah, un sito archeologico romano. Il consiglio è: sii te stesso/a e segui i tuoi gusti!
… è il tuo viaggio, la tua esperienza. 
Cadere nelle trappole per turisti, invece che avventurarsi “fuori pista”

Errori da non fare - Cadere nelle trappole per turisti

Qui non sarò molto breve. Ci sono due cose che non concepisco: fare acquisti nei negozi e bancarelle di souvenir dozzinali vicino a ogni attrazione e i ristoranti con i menu turistici!
E’ vero, a volte, dopo ore di cammino, si può essere tentati di varcare la soglia del primo posto che si trova lungo i propri passi per rifocillarsi, oppure, quando siamo intenti a cercare un souvenir o un dono da portare agli amici, ci imbattiamo costantemente negli stessi negozi e nella stessa oggettistica. Per entrambe i casi: un pizzico di ricerca in più, può regalare un’esperienza più autentica. Per riconoscere i posti migliori sarebbe bene documentarsi un po’ prima di partire, leggere siti/blog specializzati sul luogo di destinazione, per trovare posticini sfiziosi in una determinata città. Quanto allo shopping: gli oggetti distribuiti in massa sono di scarsissima qualità, roba solo per turisti mordi e fuggi, e spesso, diciamocelo, sono anche di cattivo gusto, senza alcun nesso artigianale con il luogo dove ci troviamo. Cerca pezzi originali, lavorati artigianalmente e localmente. E in ogni caso, non iniziare cercando nei negozi di souvenir. Non hai molto tempo per trovare gli indirizzi giusti? Chiedi in giro, alle tue cerchie le loro conoscenze! Perché non lanci il “sasso” sui social media? Chiedi ad amici, o ad amici di amici, che magari sono proprio di quel posto, può essere davvero d’aiuto: i viaggiatori amano condividere le loro informazioni e risorse! Infine, non c’è niente di meglio che vivere le esperienze attraverso la prospettiva locale. Interagisci di più con le persone del luogo.
Digressione. Come individuare una trappola per turisti
Ristoranti, bar e quant’altro nella categoria gastronomica citati in ogni santa guida (ovviamente ci sono eccezioni); Gli esercizi vicino alle principali attrazioni turistiche, come le piazze principali, le vie dello shopping, i musei, tendono a rientrare nella categoria “troppo costoso e non molto autentico”; * Chiediti sempre questa domanda: “pagherei questo prezzo a casa nella mia città?”; *metti sempre uno snack in borsa/zaino: quando la fame ti coglie all’improvviso questo è un semplice, ma ottimo gesto per evitare tentazioni lungo il tragitto.
Scegliere l’hotel sulla base di foto pubblicitarie

Errori da non fare - Scegliere l’hotel sulla base di foto pubblicitarie

Sentito parlare di obiettivi fish-eye e foto accuratamente selezionate per rendere le camere più desiderabili??? Ecco a cosa servono le foto “vergini” e reali caricate dai viaggiatori che condividono le loro esperienze su Tripadvisor e altri siti. Oyster.com (in inglese) ha ispirato a questo tema delle contraffazioni proprio una rubrica chiamata Fake Out. Al di là delle recensioni (intorno alle quali potremmo intavolare interminabili e accesi dibattiti), le foto postate sono davvero utili! Infine, niente t’impedisce di inviare un’e-mail all’hotel, oppure fare una chiamata per chiedere ulteriori info su cosa ti aspetta all’arrivo. Ricorda: gli alberghi fanno parte di un settore chiamato “servizi”, pensato per servire te, viaggiatore.

Non leggere attentamente le condizioni [quando si affitta una casa vacanza]

Errori da non fare - Non leggere attentamente le condizioni quando si affitta una casa vacanza

La fiducia è fondamentale quando si prenota un soggiorno a casa di qualcun altro, invece di un albergo. Quindi, in primis evita di chiedere al padrone di casa di ripetere delle indicazioni già scritte sul sito: non aiuta. Se inizi a fare domande che hanno già risposte, il proprietario penserà “Se non nota i dettagli, sarà capace di prendersi cura della mia casa?” Il consiglio è fare domande e mostrare interesse genuino e mettere in chiaro condizioni, costi e stato dell’alloggio. Al contrario, non ti fidare di prezzi sorprendentemente bassi e nel caso di una forte pressione per affittare l’alloggio.

Volare verso un aeroporto periferico più economico [e finire per spendere di più in mezzi di trasporto]

Errori da non fare - Volare verso un aeroporto periferico più economico

Atterrare in un aeroporto secondario per risparmiare può essere una mossa intelligente, ma a patto che il costo dei mezzi di trasporto non faccia lievitare troppo i costi, e lo spostamento sottragga tempo alla visita. Voli verso aeroporti più piccoli tendono ad avere infrastrutture di trasporto più deboli verso la destinazione prescelta. La corsa in taxi potrebbe avere un costo proibitivo, e non solo. E’ bene farsi due conti e se il costo delle tasse extra sui bagagli (compagnie low cost come Ryanair di cui ti ho amabilmente parlato qui), il costo del trasporto e il tempo perso è alto, allora è meglio scegliere l’aeroporto principale, no?
Avere paura

Errori da non fare - Avere Paura

Quando si viaggia l’ideale è farlo con convinzione e tranquillità. Occorre essere consapevoli senza abbandonare la propria zona di sicurezza, quindi evitare di aggirarsi sospettosi e guardinghi rispetto all’ambiente circostante o controllare borsa e portafogli ad ogni angolo svoltato. Si può avere paura, tutto sommato è naturale. I nostri meccanismi di autodifesa ci portano a temere quello che non conosciamo, ma ricorda le parole di Bukowski: “Vuoi sentirti sicuro? La sicurezza si può avere solo in galera”. Quindi, il modo migliore per avere un’esperienza autentica è quella di aprirsi e essere flessibili! Bando alla timidezza o ai sospetti: parla con le persone che ti siedono accanto!
Non è nella lista, ma c’è un altro errore gravissimo che di dovrebbe non commettere: tornare a casa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! 🙂 
Scherzi a parte, tu a quali errori non riesci a resistere?  Oppure sei già espertissimo/a e per te sono consigli scontati? Alcuni suggerimenti possono sembrare banali, ma rileggerli e farsi un veloce esame di coscienza non fa male!
Se hai altri consigli utili, scrivili in un commento! Arricchiamo insieme l’elenco di cosa non fare quando si viaggia!
Buon viaggio!
Gli errori e le colpe che avrai commesso diventeranno gradini della tua elevazione, se saprai conoscerli e confessarli [Arturo Graf, Ecce Homo, 1908]
Ti piace ciò che hai letto? Follow smARTraveller and always be in the know

twitterfacebookPinterestinstagram

Advertisements

2 pensieri su “eRRoRi da NoN coMMeTTeRe e 10 MoDi peR EvitaRLi

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...