Metti una notte in un faro del Mare del Nord

Roter Sand Burrasca#offthebeatenpath
Sempre più spesso sentiamo il bisogno di lasciarci alle spalle un po’ di civiltà, siamo alla ricerca di silenzio, in fuga dal caos delle città, il lavoro e la vita di tutti i giorni. Se ti stuzzica l’idea di andare in un luogo solitario per smarcare la routine e provare l’ebbrezza della tranquillità e del contatto con il mare e della bellezza, un po’ alla Robinson Crusoe, allora Roter Sand è la parola.
Siamo in Germania, Mare del Nord, esattamente alla foce del fiume Weser, a Bremerhaven, una città di circa 100000 abitanti costruita nella prima metà del Novecento, quando il timore di un possibile insabbiamento del fiume, e di non poter più di utilizzare il porto principale, rese necessario attrezzare un’altra area portuale. Da qui appunto il nome: Bremerhaven, ovvero porto di Brema.
A 45 km dalla costa di Bremerhaven sorge un faro, chiamato Roter Sand, un prodigio d’ingegneria risalente al 1885, che oggi accoglie i suoi visitatori per una visita ed un soggiorno fuori dal tempo. Si tratta di una struttura costruita ad una profondità di 22 metri, per un’altezza totale, incluso il basamento, di  52,5 metri.  A novembre di quest’anno il faro celebrerà il suo 128° anniversario.
In giro per il mondo ci sono vari fari dove poter soggiornare, e sicuramente in tutti l’esperienza è indimenticabile. Questo faro, però, è davvero particolare, perché non si trova sulla terraferma, nè su un isolotto, ma è in mezzo al mare, completamente circondato dall’acqua.roter-sand6
roter-sand5
Questa struttura ha, inoltre, una certa valenza storica, per più di ottanta anni con la sua luce e i suoi tradizionali colori rosso e bianco, ha guidato marinai e capitani nell’approdo, ma è anche stato l’ultima immagine ad accompagnare milioni di emigranti in partenza dal Mare del Nord nel loro viaggio verso il Nuovo Mondo.
Dal 1964 le fondamenta d’acciaio sono state dichiarate instabili, cosi il faro è stato dismesso, e quindi abbandonato. Solo nel 1987 la Fondazione tedesca per la Tutela dei Monumenti [Deutsche Stiftung Denkmalschutz – DSD] ha deciso di ripristinare il faro, impegnandosi ad eseguire tutti i lavori di restauro, tra cui lo spettacolare rifacimento delle fondamenta seminterrate e degli interni. Insomma, si è lavorato duro per aprire questo pezzo di storia al pubblico.
Nel 1999, il primo gruppo di visitatori ha avuto l’opportunità di ammirare la bellezza di Roter Sand, e sempre in quell’anno il faro è stato inaugurato anche come “hotel”. La struttura consiste di 5 piani uniti da una scala interna, può ospitare fino a 6 persone in una camera da letto comune dotata di letti a castello, c’è una cucina con stufa a gas, zona soggiorno e un bagno. Ma su tutti, una bellissima terrazza esterna circolare!Roter Sand, Interni
Roter SandAll’interno della struttura vige il divieto di fumo e soprattutto di alcool, per via della presenza di 70 gradini un po’ critici. Gli ospiti hanno però un “lusso”: fare il loro ingresso al faro sulle proprie gambe 🙂 è, infatti, presente una passerella /ponte che collega il rimorchiatore di servizio, Lev Taifun, al faro. Questo “comodo” accesso è una recente conquista rispetto a quanto accadeva prima del restauro, quando i guardiani potevano accedervi solo con l’ausilio di una teleferica a cesta (vedi foto). Un altro particolare, il visitatore sarà anche il cuoco: qui ci si cucina da soli. Altri dettagli? Il rimorchiatore può portare i visitatori al faro solo con mare calmo, il che significa che le prenotazioni possono essere annullate all’ultimo minuto. Il trasbordo dura circa 2 ore e 30 minuti. Soggiornare in un faro nel mare del Nord può anche significare rimanervi bloccati, se nella notte il tempo si dovesse metter male, impedendo il pick-up il giorno successivo. Roter Sand VintageDiciamolo pure: non è un’avventura adatta a tutti. Non ti puoi aspettare un servizio deluxe, ma forse è proprio questo il bello. Se decidi di provare questa esperienza, sei certamente alla ricerca di un’emozione particolare, unica nel suo genere, un modo inusuale ed originale di dormire e soggiornare, e non lo farai perché sei alla ricerca di comfort e lusso. Roter Sand non è un resort a cinque stelle, non ha elettricità, riscaldamento e ti devi portare il sacco a pelo e gli  asciugamani. Nonostante ciò, i posti vanno riservati moooolto in anticipo, perché è molto richiesto e le prenotazioni vanno a ruba. La tariffa dell’escursione di una giornata presso il faro Roter Sand è circa €90, mentre trascorrere la notte nel faro ha un prezzo altino, ma considerata l’unicità di questo luogo, probabilmente vale la pena, ma solo se si ha spirito d’avventura e ci si sa adattare, altrimenti, forse, meglio il “classico” hotel.
Per approfondire l’argomento e scoprire di più sugli alloggi nei fari, ti consiglio questa lettura/guida.
[AGGIORNAMENTO OTTOBRE 2015]
Purtroppo so che al momento hanno sospeso le visite al Roter Sand. Ma dovrebbero riprenderle al più presto. Questi sono i contatti: info@foerderverein-leuchtturm-roter-sand.de // www.foerderverein-leuchtturm-roter-sand.de

Ti è venuta voglia di organizzare una fuga nel faro? Ti piacerebbe vivere l’esperienza di dormire cullato dal suono delle onde del mare? In genere, ami visitare location bizzarre e fuori dal comune? Dimmi la tua con un commento!

 
Roll on, deep and dark blue ocean, roll. Ten thousand fleets sweep over thee in vain. Man marks the earth with ruin, but his control stops with the shore. [Lord Byron, Childe Harold’s Pilgrimage]
Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know.

twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

© www.smartraveller.it
Annunci

5 pensieri su “Metti una notte in un faro del Mare del Nord

  1. Affascinante, uno dei miei pensieri/desideri ricorrenti è sempre stato quello di rifugiarmi in un faro per qualche tempo, lontano da tutto e da tutti; questo, essendo in mezzo al mare, sarebbe l’ideale.
    Peccato che per ora resta solo un desiderio ….

    Un saluto

    Mi piace

    • Ciao Mr.Loto grazie per esser passato di qui ed aver apprezzato. Anche io sono amante della solitudine e della riflessione, e ho sempre guardato con fascino i fari! E’ vero questo di cui parlo nel post è uno dei pochi visitabili completamente circondati dal mare!Questa peculiarità lo rende ancor più affascianante! Ce ne sono tantissimi in giro per l’Europa, anche più economici, dove è possibile alloggiare! Se posso aiutarti a realizzare il tuo sogno, scrivimi pure in privato nella sezione “Contatti” e ti do volentieri una mano a trovare quello più giusto per te!” Ce ne sono tanti e con prezzi contenuti sulle coste croate!Conta su di me se hai bisogno di info e supporto! Buona giornata, continua a seguirmi! Buona giornata, Paola

      Mi piace

    • ciaosherà
      san vito è san vito, anche se l’emozione di essere circondati d’acqua e vedere terra col binocolo è unica anch’essa…
      p.s. a san vito mi vedrei bene in silenzio sotto il faro a gustare un couscous di pesce, che ne pensi?

      Mi piace

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...