Al cader delle foglie…dove vedere il foliage in Italia

A wall of Fall by Eric Forey - Al cader delle foglie...L’autunno è una stagione strana, spesso non amatissima, molti la trovano malinconica, forse perché è lì a segnare il definitivo passaggio di consegne dell’estate verso le stagioni più fredde, forse perché è vissuta come la stagione dei ricordi. In definitiva, l’autunno è un tempo che crea sospensione.
Eppure, non c’è stagione più ricca dell’autunno, con il suo tiepido sole, i mille profumi della terra, lo spettacolo di colori e luci. La natura si compie in questo periodo dell’anno: raccolti, vendemmie, nuove annate di buon vino, mirtilli, funghi, tartufo e tanto altro diventano occasione di turismo, cultura e gastronomia. Chi pensa che con la fine dell’estate finiscano anche le possibilità di viaggiare si sbaglia. Ogni luogo ha il suo fascino e questo incanto è conferito anche dalla stagione giusta per visitarlo.
Se è vero che il fiorire della primavera è un tripudio di vivacità e profumi, il placido sfiorire degli alberi dell’autunno, che cambiano tonalità di colore, tra sfumature di giallo, arancio e rosso, è per molti uno spettacolo ancora più apprezzato.
E’ il foliage, la meraviglia che la natura offre trasformando i verdi boschi in distese luminose; il foliage è un modo per vivere la natura con i suoi effetti cromatici intensi, che diventa soggetto di bellissime fotografie, dipinti, e diventa motivo di viaggio. Gli americani ne vanno pazzi, e anche gli europei ultimamente hanno iniziato ad apprezzare, fotografare e andare nei boschi alla ricerca di questo fenomeno naturale.
La domanda che ora ti starai facendo sarà: “Dove posso assistere ed immortalare il più impressionante foliage?”
Ecco, io mi sono trovata a girare per il Nord America proprio in questo periodo e ho potuto constatare con i miei occhi il più grande spettacolo che ottobre poteva offrire. Distese mozzafiato, colori rosso, arancione e giallo che riempiono le strade, centri abitati e boschi, trasformando molti luoghi in veri e propri dipinti paesaggistici.
Ma non c’è bisogno di andare lontano.
Non voglio parlare di Vermont, New England, Quebec e quant’altro, voglio farti scoprire delle mete, tutte nostrane, alla portata di un weekend per vivere l’autunno in modo originale, e ammirare boschi che si tingono di colori accesi e luoghi dove camminare su tappeti di foglie color oro e arancione. Un viaggio attraverso l’Italia, da Nord a Sud.
Valle d’AostaMont Avic, Valle d'Aosta
*Parco Naturale del Gran Paradiso e il Parco Mont Avic* In Valle d’Aosta, nel Parco del Gran Paradiso potrai scoprire nuove visuali di questa stagione misteriosa; l’anima dell’autunno trasporta toni e sfumature sulle chiome degli alberi, passando dal verde al giallo, all’arancione al rosso. Luoghi perfetti per fare trekking e poi perdersi tra castelli, sagre, fondute e grolle. Vorrei segnalare, a questo proposito, i pacchetti turistici offerti dalla Fondazione Grand Paradis che organizza proprio ad ottobre escursioni di una giornata o di un weekend, nell’ambito del progetto Giroparchi per osservare i cambiamenti stagionali, degustazioni eno-gastronomiche e laboratori tematici nel Parco Nazionale Gran Paradiso e nel Parco naturale Mont Avic. Il Programma Completo di ottobre qui.
Trentino Alto AdigeCastello Tauttmansdorff, Merano, Trentino Alto Adige
*Merano* Punto d’incontro fra la cultura italiana e austriaca, Merano si trova in quel territorio di confine dove le Alpi incontrano le terre mediterranee. Merano e i suoi dintorni in questo periodo dell’anno rappresentano un luogo ideale dove ammirare lo sfiorire degli alberi. Qui si trova il Parco del Castello Trauttmansdorff, raggiungibile anche piedi dalla città, percorrendo il Sentiero di Sissi; questa è la meta perfetta per una giornata in famiglia, o un weekend a contatto con la natura. I Giardini di Castel Tauttmansdorff coprono uno spazio di 12 ettari e raccolgono oltre 80 ambienti botanici tra cui i boschi di latifoglie americane dal rosso intenso, sequoie, cipressi, querce rosse e aceri del Canada.
Friuli Venezia GiuliaVal Cimoliana Friuli Venezia Giulia
*Cimolais/Val Cimoliana* Un luogo straordinario dove conoscere l’incanto dell’autunno, inserito nel comprensorio montuoso che sovrasta l’alta pianura friulana. Da Cimolais ci si addentra nella Val Cimoliana, una delle valli comprese entro i confini del Parco delle Dolomiti Friulane e qui si può godere dei colori autunnali. La Val Cimoliana propone all’escursionista interessanti itinerari. Sono senz’altro da ricordare la salita alla Casera Lodina e alla Casera Laghet de Sora, vecchie strutture malghive risistemate ed adibite a bivacco. A Cimolais c’è un Centro Visite che fornisce tutte informazioni ed offre la possibilità di fare escursioni guidate. 
Appennino Tosco EmilianoDoganaccia, Cutigliano, Pistoia, Toscana
Molti sono i luoghi di questo tratto appenninico che meritano di essere visitati per godere dei colori autunnali con bellissimi sentieri percorribili a piedi, che passano tra le colline, boschi di faggio, quercia, conifere e castagni, vorrei segnalare un posto abbastanza famoso che è la Doganaccia, situata a 1600 metri s.m.l. e incastrata sul confine che delimita la Toscana con l’Emilia, alle pendici del Passo della Croce Arcana nel Comune di Cutigliano (Pistoia). Qui si possono attraversare boschi profumatissimi di faggi e abeti.  E non solo, tante altre attività sono proposte in questa zona: parapendio, mountain-bike, equitazione, orienteering, pesca e anche un Parco Avventura, perfetto per adulti e bambini. Sempre in zona da segnalare la Strada Provinciale 74 che da Frassinoro porta in Garfagnana. Un trionfo di colori da godere con una passeggiata on the road!
Marche & UmbriaFaggeta Castelsantangelo sul Nera, Macerata, Marche
*Monti Sibillini* Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini si estende nel cuore dell’Italia peninsulare, tra le regioni di Marche e Umbria. Questa zona fa degli Appennini non solo un luogo ideale per la pratica del trekking, ma anche una fonte di eccellenti opportunità fotografiche. Assolutamente da segnalare la faggeta nei pressi di Castelsantangelo sul Nera (MC), un minuscolo borgo ai piedi del Monte Efra, vicino Visso, dove si possono ammirare alberi e arbusti nel loro tripudio di colori; una zona bellissima e ricca dove ci si può sbizzarrire tra numerosi itinerari, alla ricerca della via delle Fate.
LazioMonte Livata, Roma
*Monte Livata* Non lontano dalla capitale, nella località di Monte Livata nei pressi di Subiaco, si può trovare il luogo ideale dove perdersi in piacevoli passeggiate, tra una splendida faggeta, le radure ed il sottobosco e scoprire paesaggi mozzafiato. Bellissima la strada per Campo dell’Osso dove al termine del tratto asfaltato (1630 s.l.m.), si può proseguire a piedi lungo la strada che sale agevolmente fino ad inoltrarsi nel bosco per arrivare al punto panoramico chiamato “Le Vedute”
PugliaMonte Sant'Angelo, Gargano, Foggia
*Monte Sant’Angelo* I colori sanno essere anche l’espressione di un territorio, e il Gargano è sempre pronto a stupirci con l’avvicendarsi delle stagioni e dei suoi bellissimi colori. Qui è possibile conoscere da vicino la maestosità di una delle foreste di latifoglie più grandi d’Italia, incontrare animali e osservare piante che fanno del Parco Nazionale del Gargano uno scrigno di biodiversità.  Anche Giuseppe Ungaretti lo diceva: “Il Gargano è il monte più vario che si possa immaginare. Ha nel suo cuore la Foresta Umbra, con faggi e cerri che hanno 50 metri d’altezza […] con un rigoglìo, un colore, l’idea che le stagioni si siano incantate in sull’ora di sera; con caprioli, lepri, volpi che vi scappano di fra i piedi; con ogni gorgheggio, gemito, pigolìo d’uccelli”
CalabriaCamigliatello Silano, Calabria
*La Sila* Quando l’estate passa, la Sila si prepara all’esplosione dei suoi colori autunnali. Dal giallo all’arancio, al rosso ruggine intenso, i panorami sull’altopiano calabrese non hanno eguali in questo periodo. Nel Parco Nazionale della Sila il foliage è un fenomeno che in autunno si manifesta in tutto il suo splendore grazie alle meravigliose faggete multicolori che disegnano il paesaggio. In particolare in questo periodo è ottima la visita di Camigliatello Silano un comune a 1300 metri s.l.m. che offre infinite occasioni per lunghe passeggiate attraverso fitti boschi, lungo sentieri che penetrano nel cuore della Sila Grande alla ricerca di emozioni uniche che solo una natura ancora incontaminata può offrire. Il bosco che circonda Camigliatello è molto vario pini larici faggi qualche abete bianco. Inoltre, Camigliatello è casa di una manifestazione gastronomica tutta autunnale: l’Autunno Silano.
SiciliaValle del Bove, Etna Sicilia
*Parco Naturale dell’Etna* L’Etna resta un grande classico delle possibilità di escursioni in Sicilia e una meta valida per chi volesse osservare questo fenomeno autunnale. Qui si ammirano faggi, cerri, aceri, castagni e noccioli vestiti d’autunno e ci sono sentieri mozzafiato che consentono di contemplare una meravigliosa vista dal Cratere Centrale, e vedere i fitti boschi verdi e gialli e il mare in lontananza. Un’esperienza molto suggestiva è il trekking nella Valle del Bove sul versante orientale. Un itinerario di rara bellezza lungo un’estesa depressione delimitata da ripide pareti dove si possono anche osservare le diverse serie vucano-stratigrafiche
Ci sono tanti motivi e modi per apprezzare l’autunno. Trascorrere una giornata o un weekend in natura, all’aperto ad ammirare i colori mutevoli che cambiano, è forse quello più suggestivo. L’autunno, il suo passo lento, l’aria fresca, la luce tenue, il cielo blu e gli odori intensi. Che tu lo ami o no, ti trascinerà con sé. Assecondalo 😉
***
Conosci altri luoghi da consigliare dove poter ammirare colori cangianti? Perché non li segnali con un commento?
***

La bellissima foto di copertina è “Végétaville” di Eric Forey

***
Amo l’autunno, questa triste stagione si addice ai ricordi. Quando gli alberi non hanno più foglie, quando il cielo conserva ancora al crepuscolo la rossa tinta che indora l’erba appassita, è dolce guardare spegnersi tutto ciò che poco fa bruciava ancora in noi [Gustave Flaubert]

***

MADE WITH WANDERLUST BYPaola

© www.smartraveller.it

Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know

twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Advertisements

Un pensiero su “Al cader delle foglie…dove vedere il foliage in Italia

  1. Pingback: I Giardini Botanici di Montréal | smARTraveller

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...