C’erano una volta gli hutong…

agosto 9 squared
It doesn’t matter what we do, where we are going to | we can stick around and see this night through [Peter, Bjorn and John, Writer’s Block, 2006]
Visitare una metropoli come Pechino significa anche lasciarsi catturare dai ritmi frenetici che la contraddistinguono, come uno tsunami ti travolgono. I colori, le luci, i rumori, gli odori, lo sfavillio, il moto perpetuo. Eppure, anche una città di questa portata – che corre verso il futuro – non sfugge alla potente e inesorabile ombra, alla presenza del suo stesso passato, che si cela negli angoli più autentici degli hutong!!
Ma cosa sono gli hutong?!
Gli hutong sono il labirinto di vicoli e viuzze nel centro di Pechino, sui quali timidi si affacciano complessi residenziali di case, concepite intorno ad un cortile, nei quali vivevano gli antichi abitanti della città, una sorta di centro storico, che ancora oggi resiste e testimonia la tradizione e la storia più genuina della città.
Se sei in cerca di idee, perché sei in viaggio o stai pensando a Pechino e alla Cina come meta per il tuo prossimo viaggio, prendi nota di questi spunti per meglio orientare i tuoi passi in giro per la capitale cinese!
[Pechino più intima e remota]
Distraendosi un attimo, svoltando in un angolo a caso, avventurandosi lungo quello che potrebbe sembrare, a prima vista, un vicolo cieco, si scoprono degli angoli immacolati di una Pechino, che forse sta scomparendo. Gli hutong si presentano simili ai vicoli dei nostri centri storici. Dedali di stradine strette strette, serpenti che, come in un videogioco, si snodano ad angoli retti, intersecandosi, allargandosi in angoli piene di negozietti e bancarelle, e restringendosi improvvisamente a imbuto, per poi magari sorprenderti sbucando in un trafficato viale a sei corsie, o terminando addosso ad un muro di cemento.
Passeggiare dimenticando la mappa a casa è un’esperienza da fare. Un vero e proprio tuffo nel passato. Negli hutong i pechinesi ancora vivono alla vecchia maniera, seguono dei ritmi che nella metropoli non trovano più ragione d’essere. Angoli a misura d’uomo, in cui anziani stanno seduti da soli o in compagnia a fumare, leggere, mangiare rumorosamente un piatto di spaghettini, o a chiacchierare, e bambini che scorrazzano liberi e giocano ancora ai tradizionali giochi di un tempo (biglie, elastici, etc.). Questo labirinto è oggi anche l’ultimo tempio per chi utilizza quello che è il mezzo preferito dai cinesi: la bicicletta. Hutong, Pechino www.smartraveller.itDi hutong ce ne sono di tutti tipi. Quelli dove ancora trovare delle persone che giocano a scacchi in strada, oppure quelli più commerciali, dove si può acquistare un orologio o una giacca con pochi yuan, oppure, si possono provare quelli a sud di porta Qianmen, trafficatissimi da persone e persone che camminano, si incrociano, vagano. Gli hutong sono musei a cielo aperto, intreccio di storia e costume, ancora così vitali…ma che purtroppo stanno diventando una specie urbanistica in via di estinzione.
[Un nuovo paradigma]
Hutong demolito, Beijing

foto dal web

La crescita vertiginosa dell’economia cinese, la necessità di infrastrutture efficienti e moderne stanno facendo la guerra a questi quartieri del centro ormai da anni. Le case basse e i cortili vengono impietosamente abbattuti e sostituiti da complessi residenziali privi di ogni fascino e storia. I piani di sviluppo e la politica cinese “chaiqian” (letteralmente, demolisci e passa oltre) è una realtà poco conosciuta ai più e, per ragioni politiche, ignorata dalla comunità internazionale. Certamente, questo smantellamento non è una novità. E’ però una grande contraddizione di un paese che è figlio di una grande civiltà, di una cultura millenaria profonda, molto più antica della stessa vecchia Europa, che guarda al futuro scaricando il suo passato.
Per sbirciare dentro la tradizione e la cultura cinese, che a fatica resistono, il consiglio è “trattieni il respiro” e ritaglia una passeggiata all’aria aperta nel cuore pulsante, ma idealmente lontano dagli ampi spazi e dal caos, di Pechino.Hutong, Beijing (1)
[smARTinfo]
Appunta questi nomi: Nanluogu Xiang, Yandai Xiejie, Liulichang, Lingjing Hutong, Guozijian, Jinyu, Fengfu, Jiuwan. Questi sono alcuni degli hutong che si possono visitare in città. Se vuoi approfondire o hai bisogno di una mano, contattami! Sarò lieta di darti maggiori info e coordinate per individuare le aree di interesse!
Senza fermezza, il gentiluomo non riscuote rispetto ed il suo sapere non sarà ascoltato. | Preconizzando lealtà e fidatezza, non avrà amici che sono simili a se stesso. | Non esiterà a correggere i suoi errori [Confucio, Dialoghi]

Ti piace ciò che hai letto? Follow “smARTraveller” and always be in the know

twitterfacebookPinterestinstagram

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Advertisements

Se ti va di lasciare un tuo pensiero, puoi farlo qui sotto ▼ Please Feel Free To Leave Your Comments Below

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...